Paesaggio in scala di grigi

Universe's Stories of us

To this vessel heart of mine

She is a reason to my writing
the ink to my soul
her soft finger traces
the heart that pumps blood
to this vessel heart of mine.

As the wind blows
through the sea breeze
she is there
writing in the wind

she is the writing to my soul
the ink to my pen
the reason to beat again
she is the one for summertime love
and more.

She's an entranceway
into the sublime awareness
that's in my mind
an inner place where I see you,
can you feel and see me too?

I'm thinking thoughts
which disappear so very close,
so very near with sun rising
in the sky releasing thoughts away
to fly only to touch her heart.

She's radiant like poetry
or words like birds
that keep flying to
the secret place
in which we hide to find peace
can you hear me deep inside?

For moments out of time
a moment neither yours nor mine
we're together while apart
I can feel you in my heart.
Can you feel me too?

She is a reason to my writing
the ink to my soul
her soft finger traces
the heart that pumps blood
to this vessel heart of mine.

(lyrics by brysen)

Trafficante d'Argento

Mani tese così
concentrati, come?
i limoni
gambe due, eh sì

ai vostri posti

Pronti che si va su e giù su sorridendo e giù su sudando
via i pensieri, via i dolori, bilancia
la tua massa e tutte le forze che agiscono e ti domandano
spingici, tiraci, tu sei vita

 

Tendi i muscoli a
guadagnare la cima
fotografa
l'attimo, la vittoria

 

e con una carota

Sì salta senza paura dentro al buco del Bianconiglio
capovolgi il reale, lo puoi fare
incollare tutti i pezzi non è sempre la cosa giusta
lo specchio si è rotto ed i frammenti sono stelle

 

Sii onesta perché
non si scherza con me
se fai la scema
ti tatuo la scritta:

"piega di più"

...

Nascondo argento vivo sotto la pelle

L'Amore Distopico

Splendeva come il sole
ma è durato poche ere
perso nella polvere
nel moto di rivoluzione
il buio tornò
l'angoscia sorrise e gli aprì

Lei invece come la luna
piena, gioisa e cicciona
mi guardava con amore
anche mentre si allontava
dalla sua orbita
e no, non la vidi mai più

Mascherati da sé stessi
nel rumore connessi
scienziati eppure fessi

dolore do do

Abbandonati a sé stessi
dal rumore sommersi
piegati e soppressi

dolore do do

Un pianeta galleggia nel vuoto
in groppa ha un bambino che piange
con gli occhi socchiusi vede ombre e fantasmi
e si perde la luce di tutte le stelle
che, gli possono cadere in testa

Aveva occhi di venere
le sue parole come sassolini
rotolavano nel torrente
e loro dietro ad inseguire
finirono nel mare
sul fondale si misero a dormire

Nel sogno cavalcare
un cavalluccio mari-spaziale
nei campi della via lattea
slalom fra le super nove
poi finì il tempo
e svanirono tutti d'incanto

Mascherati da sé stessi
nel rumore connessi
scienziati eppure fessi

dolore do dolo del Re

Abbandonati a sé stessi
dal rumore sommersi
piegati e soppressi

dolore do dolo del Re

Un pianeta galleggia nel vuoto
in groppa ha un bambino che dorme
adesso si può respirare di nuovo
pensa, e canta felice per tutte le stelle
che, gli possono cadere in testa

Ninnananna Per Coccodrilli

GABRIEL
SUL TUO PIANETA ATTERRO E TI OSSERVO
MA CHE FAI? COSI' TRANQUILLO
FACCIAMO UN VIAGGIO

 

GUARDA QUA
GIA' ABBANDONATO SOPRA UNA NAVE
ALLA DERIVA E NEL COTONE
C'E' UN PESCECANE!

 

ORA SEI GIA'
SUL CIGLIO PRONTO A DEPOSITARE GEMME BLU
GLOO GLOO GLOO GIU', QUANTE NE HAI TU?

 

MA TU CANTI, CERTO TI SENTO, E SORRIDO CONTENTO
QUANDO CANTI, DISLOCA IL TEMPO, FUORI DALL'IPPOCAMPO

 

CIOTTOLI ODORI MIGLIAIA DI SENSAZIONI
ROTELLE ROTOLANO SU E GIU' VOCI E COLORI
ROTOLANO LE ROTELLE

 

MA TU CANTI, CERTO TI SENTO, E SORRIDO CONTENTO
QUANDO CANTI, DISLOCA IL TEMPO, FUORI DALL'IPPOCAMPO

 

ORA SEI LA'
SOPRA UN GRATTACIELO A CIONDOLARE I TUOI PENSIERI
FORSE LI BUTTI AI PASSEROTTI

 

SCIVOLA
UN TRENINO GIALLO DALLA TUA TASCA
TUTTI IN CARROZZA CHE QUI INCOMINCIA
UN'ALTRA DANZA

 

MA TU CANTI, CERTO TI SENTO, E SORRIDO CONTENTO
QUANDO CANTI, DISLOCA IL TEMPO, FUORI DALL'IPPOCAMPO

Acqua di Coloniavirus

sono molto preoccupato
mi stai evitando e sì, so il perché

ce l'hai te, ce l'hai te, ce l'hai solo te!

io non pensavo fosse finita la mia scorta e invece sì
sono anche andato al supermercato ma era vuoto, lei non era lì

ce l'hai te, dalla anche un po' a me,
l'acqua di Coloniavirus!
ce l'hai te, wo de tian ah
non puoi lavartene le mani
(brutto Ponzio!)

mi hanno detto resta a casa
non farti vedere più così
ascoltando il Mentana
ti rilassi e muori
senza romperci più i…

ce l'hai te, ce l'hai te, ce l'hai solo te!

l’acqua di Coloniavirus
conturbante e profumata, quanto mi manca
la sua essenza la sua presenza, e la persistenza
come un pensiero bello prima del sonno, eterno!

ce l'hai te, tientela pure, io ho deciso di uscire
ce le hai te, custodiscile bene, tutte le tue paure!
ce l'hai te, accarezzala pure, io ho deciso di dissentire
ce le hai te, detergile bene, le tue mani con l'Amuchina
nella tua caverna

Fish Song

guarda qua, va che roba
lei si rilassa, e lui si rilessa

lei lo fissa e ad un tratto dice
ora ti cuocio come mi compiace
alloro allora, limone, timo ne metto
non ti lamentar della cottura

lui resta muto s'irrigidisce
abbozza un saluto
ma non si muove ora si muove!
e prova a risalire in superfice

guarda qua, come sale bene
come sala lei, nessuna mai

ma senza acqua qui si boccheggia
boc boc boc...
il chinotto no meglio vino e ostiaa
in nome dello spirito si festeggia

questa è la storia di un pesce
dentro l'acquario sguizza, turnica e cresce
arriva una donna, gli porta calore
e lui già cotto ascende al Redentore

Sie Leben

resti ferma ora
ferma immobile
senza fiatare
presenza spettrale

nel buio si muove qualcosa
non sembra umana e s'avvicina
nel buio lì nella tua stanza
il letto vibra e un'ombra danza

du
du hast
du hast Furcht
du hast Furcht
lass uns rein
du hast Furcht
flieg mit uns
du hast Furcht
wir sind hungrig
du hast Furcht

non riesci più a dormire
rimorsi grattano il reale
ansie contorcono le viscere
piagata dalle paure sei, sei, sei

nel buio si muove qualcosa
sembra aliena ma la riconosci
accartocciata lì nella notte
rotola e striscia su ossa rotte

du
du hattest
du hattest Furcht
lass uns gehen
du hattest Furcht
fliegen wir weg?
du hattest Furcht
folge dem Weg
du hattest Furcht

Mi Manchi A Pezzi

MI MANCHI A PEZZI NEI SILENZI
NELLE PIEGHE DELLE GIORNATE
MI MANCHI A PEZZI NELLE STORIE
DEGLI ALTRI E DELL'ESTATE
MI MANCHI A PEZZI NELLO SPECCHIO
E NEI RIFLESSI DELLE POSATE
MI MANCHI A PEZZI NEL BRASATO
E NELLE PATATE NON MANGIATE

lalala

DAL PONTE DI LEGNO GUARDO IL FIUME
L'ACQUA CHE PASSA GORGOGLIA E CANTA
SENTO UN SUSSURRO E VEDO UN VISO
FRA ONDE E ANFRATTI ROTOLA DEL RISO

FRA LE ALGHE E IL CORALLO
ROSSO ROSSO ROSSO
SMOSSO IL DESTINO
DA UN PASSO E RIPASSO BARRICATO

lalala

MI MANCHI A PEZZI
SONO QUA SOPRA
MI MANCHI A PEZZI
SOPRA LA TORRE
MI MANCHI A PEZZI
E TIRA VENTO
MI MANCHI A PEZZI
CHIAMA S'E' PRONTO

MI MANCHI A PEZZI NEI SILENZI
NELLE PIEGHE DELLE GIORNATE [SONO QUA SOPRA]
MI MANCHI A PEZZI NELLE STORIE
DEGLI ALTRI E DELL'ESTATE [SOPRA LA TORRE]
MI MANCHI A PEZZI NELLO SPECCHIO
E NEI RIFLESSI DELLE POSATE [E TIRA VENTO]
MI MANCHI A PEZZI NEL BRASATO
E NELLE PATATE NON MANGIATE [CHIAMA S'E' PRONTO]

CHIAMA S'E' PRONTO CHIAMA S'E' PRONTO
CHI AMA SA TANTO CHI AMA SA TANTO...
lalala

Baciosolounbacio

Ed è subito notte
ed è di nuovo giorno
della rondine il volo
ed il suo ritorno
dell'onda le salite
dell'onda le discese
altalena dei colori
lenzuola al vento stese
e gli occhi si chiusero
il cervello si spense
la consonante sulla vocale
tutta si sciolse
bacio solo un bacio
si chiesero le carnose
domanda birichina
risposta dolce colse.

Sì rubo dai petti cuori

per farne grottesco vanto

nei buchi, nell'acqua

soffoco il canto

d'impressioni fugaci

muto il lamento

e poi solo vento

e poi solo il vento

La Piccola Foglia ed il Vento

E LA PICCOLA FOGLIA DECIDE UN GIORNO
DI ALLONTANARSI DA MAMMA FAGGIO
STANCA DEL RECINTO E DI QUEL GIARDINO SEMPRE UGUALE
SI SPINGE NEL VUOTO CON CORAGGIO

PICCOLA FOGLIA, VOLA

ED IL VENTO CHE PASSA DI LÌ PER CASO
VEDE IL SUO SALTO EROICO E S'INNAMORA
S'AVVICINA E POI SORRIDE, LE PORGE LA MANO
LEI RIDENDO S'ATTACCA CON TUTTO IL PESO

PICCOLA FOGLIA, VOLA

DOVE VANNO ADESSO NON CONTA, VANNO
COSA FANNO ADESSO NON CONTA, CANTANO
CANTANO LA SPENSIERATEZZA DELLA SUA GIOVINEZZA
E TUTTI I PASSAGGI E LE STORIE DEL SUO TAXISTA

PICCOLA FOGLIA, VOLA RIDI E BALLA, ANCORA
DONDOLA DA UN FILO DI SOLE, ILLUMINANDO CASE E PERSONE

DONDOLA DA UN FILO DI SOLE, UN’EMOZIONE CI DONA
DONDOLA DA UN FILO DI SOLE, LASCIA SENZA PAROLE
DONDOLA DA UN FILO DI SOLE, SPARGE VITA E COLORE

ft @TuksoOkey

Spirito Di Vino

E SE LA VITA E’ COMPLICATA
TUTTA FISICA E MATEMATICA
IO BEVO E RIDO
IO BEVO E CI RIDO SU’

SE LA TUA VITA E’ COMPLICATA
E’ GIA’ LA SETTIMA GIORNATA
IO BEVO E RIDO, IO BEVO E CI RIDO SU’

E CANTO, E BRINDO
MI MUOVO, STO FERMO
A MODO MIO MI MUOVO
A MODO MIO
SENZA DI TE
OPPURE CON TE
MI SENTO BENE

VIAGGIANDO FRA LE STELLE
PUOI DIMENTICARE LE STALLE
GIU’, GIU’, GIU’ E POI SU’
CON CHI TI PIACE E PARE A TE

VENGO A TROVARTI HORUS
PORTO IL CORO IN BUS
TI CANTIAMO UNA CANZONE
CIAO CIAO GUARDONE

E CANTO, E BRINDO
MI MUOVO, STO FERMO
A MODO MIO MI MUOVO
A MODO MIO
SENZA DI TE
OPPURE CON TE
MI SENTO BENE

Filo Rosso

Dalle tue dita
dalle dita della tua mano
un filo rosso
invisibile, ineludibile, intangibile, c'è
ma io lo sento, in questo momento
mentre cammini con me e si fa sera
e un vento dolce, canta:
"ricorda chi sei, stella e brucia!"

Questa mia vita
la plasmo come voglio io
con te vicino
mi comprendo, mi accetto, mi amo di più
e il vento dolce canta:
"ricorda chi sei, stella e brucia!"

Dalle mie dita
dalle dita della mia mano
un filo rosso
come un gomitolo di parole
ora si adagia e se ne va
tutto si muove, e cambia, echi nella nebbia
è la tua voce il mio sentiero e sono in salvo
e un vento dolce, canta:
"ricorda chi sei, stella e brucia!"